Viagra online
www.flickr.com

Episodio 30 – Io, la musica e la carta di credito (corretto)

maggio 28, 2007 9:36 am

Scusate il problema con l’upload. Succede quando si fanno le cose alle 2 di mattina e il PC fa le bizze. Stamattina ho trovato un bel blue screen of death.

Primo episodio ufficialmente live su UStream.tv. Grazie a tutti i miei compagni di viaggio (Frankie, Luca, Sleeping, Pix, PB, Alex e tutti gli altri, grazie veramente di cuore!). Mi ritroverete su UStream ogni domenica sera verso le 21.30 (più o meno).

Oggi prendo il posto di “Notizie Digitali” (sperando che torni presto) per commentare due notizie: Facebook apre agli sviluppatori e Google acquista (non ancora ufficialmente) Feedburner.

La musica indipendente: quando il podsafe fa fare il salto, il ruolo delle major e il mio amare sempre la musica meno conosciuta.

Per finire, un approccio “migliore” alla sicurezza nell’era delle nuove tecnologie. Qualche nota sui Firewall.

La musica di oggi:

Le basi sono brani tratti da Mr. Fusion di Dj Blaster (disponibile su Jamendo) e pezzi dei SognoLucido.
L’introduzione è Nissa La Bella, cantata dai Corou De Berra. Una traduzione in italiano la trovate qui.
La base iniziale del Nissardo è Relax, Do it di The Abogix (J.K.) tratto dall’album Tales of mystery and imagination disponibile gratuitamente su Jamendo.

Supportate gli artisti comprando la loro musica o usando le donazioni su Jamendo.

Alcuni dei brani suonati stasera li potete trovare sul Podsafe Music Network

Il brano dei Gym Class Heroes è tratto da Garage Band.

8 risposte a “Episodio 30 – Io, la musica e la carta di credito (corretto)”

Michele ha scritto un commento il maggio 28, 2007

Guarda un po’ … sono riusciti a fare incazzare anche il nissardo 🙂

ilnissardo ha scritto un commento il maggio 28, 2007

Non mi sono incazzato 😀 mi sono un po scaldato perché l’argomento mi appassiona!

Kioto ha scritto un commento il maggio 28, 2007

Sto “descargando”, intanto ti fo notare che il circuito si chiama “garage BAND” senza la “s”, quindi la url del sito è:garageband.com ;-P

ilnissardo ha scritto un commento il maggio 28, 2007

Grazie Kioto! Corretto il tutto.
E mi raccomando.. torna da queste parti una volta finito d’ascoltare 😀 😀 (capirai dopo…)

Kioto ha scritto un commento il maggio 29, 2007

:-O Che sorpresona! L’ho acoltato alle 5 di mattina mentre prendevo il caffè…

Non sai quanto m’ha fatto piacere sentirmi dedicare il mio episodio preferito de Il Nissardo (come contenuti intendo, la mia scaletta musicale preferita è quella dell’ep 28 su Sarcozy) !!! 🙂

1) Il servizio di social networking che spamma tutti i contatti di messenger, se non mi sbaglio, dovrebbe essere Badoo.com (è capitato pure a me :-/);

2) Se dovessi commentare tutto quello che hai detto sul discorso musica indipendente (Ani Di Franco e de Andrè sono degli dèi, non musicistucoli come tanti) ti occuperei tutto lo spazio del blog, dico solo che concordo con te per un buon 75% . Anyway il profilo che hai citato di Andrea Diletti, pippone sulle case discografiche a parte che può essere condivisibile o meno, dovrebbero rileggerselo/riascoltarselo una decina di volte al giorno tutti gli strimpellatori italiani.

3) Aspetto la tua puntata rappettona!!!

Ciao,

Kioto

FabiuS ha scritto un commento il maggio 30, 2007

Bella puntata, anche io condivido quasi tutto quello che hai detto. Sul discorso qualità della musica podsafe non è facile fare generalizzazioni perchè c’è veramente di tutto. Se parliamo di un aspetto tecnico di registrazione e mixaggio forse nella maggior parte dei casi la qualità non è eccezzionale, però come contenuti musicali (che poi è la cosa più importante) mediamente il livello è alto, con delle vere e proprie “perle” che a volte con un pò di fortuna si riescono a trovare.
Per quanto mi riguarda a musica podsafe ha riacceso in me un pò il “piacere della scoperta” che avevo quando i dischi costavano 10 mila lire ed anche uno studente senza soldi poteva permettersi di acquistarne 2-3 al mese, scambiandoli con gli amici senza paura di andare in galera e che ho poi perso con l’avvento del CD e del cartello delle major che hanno letteralmente deforestato tutte le realtà indipendenti che avevano sfornato i migliori dischi della storia (quelli che ancora dopo 20 anni continuiamo ad ascoltare e continuano a vendere).
Adesso è cambiato tutto, con Internet tutto si rimette in gioco e si bypassano tanti intermediari, primi fra tutti i colossi della distribuzione (leggi Sony) che arrivano a chiederti il 27-30% del prezzo del CD per portarlo nei negozi.
Grazie e complimenti per la bella puntata, ci voleva!

Alberto RE ha scritto un commento il maggio 30, 2007

Ciao Andrea, questo è il mio primo post.
ti ringrazio di aver passato il Fonta anche se non so come si sia sentito; sono d’accordo con Michele che ti sei un pò incazzato, dai dillo!!! Però avevi ragione. Sinceramente spero che tu possa parlare ancora del Fonta o magari passare qualche altro pezzo.
Personalmente mi piace molto: NON MI MANCHI PIU’, A PIEDI NUDI e ADESSO CHE TI PENSO.
Come? Questa non è una consolle e io non sono il dj? Ah beh se le cose stanno così… pensavo si potesse richiedere una canzone 🙂
Magari ditelo al Dok, voi che lo conoscete, di passare il Fonta: fa ottima musica e soprattutto è mixata molto bene.
Ciao dalla capitale della nebbia

ilnissardo ha scritto un commento il maggio 30, 2007

Alberto grazie del post! Dopo tante mail che ci siamo scambiati è bello da parte tua questa specie di outcoming!
Sicuramente ci saranno altri pezzi del Fonta in futuro, e le tue “richieste” saranno esaudite! 🙂
Più che incazzato, mi sono sfogato.. c’è tanta gente che mi dice che sul podcast passo musica podsafe solo perché non debbo pagare la SIAE… ho solo tenuto a precisare che il mio rapporto con la musica è un po diverso.. e che già 15 anni fa ascoltavo (e facevo pubblicità gratuita) ad artisti sconosciuti dai più.
Come disse Moretti “io mi troverò sempre d’accordo con una minoranza delle persone” 😀

Il discorso col Fonta continua, ci stiamo tenendo in contatto.. più che altro adesso sta a lui capire che strada intraprendere. Se intraprende quella “giusta” sono sicuro che il Dok sarà più che contento di passarlo!

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...