Viagra online
www.flickr.com

Che l’abbia nascosta dentro l’HD di qualche pinguinaro?

giugno 6, 2008 2:42 pm

Ne volevo parlare da un bel po di questa storia, ma causa lavoro e impegni vari non avevo mai avuto il tempo di affrontare l’argomento come avrei voluto. Ma oggi un articolo del Corriere mi ha fatto prendere la decisione di non esitare oltre.

Volevo infatti menzionare un personaggio enigmatico e controverso, come ce ne sono tanti nel mondo dell’Informatica (non scordiamoci che all’origine c’erano i Nerd 😀 ), Hans Reiser.

E chi e` costui, vi chiederete? E` considerato da molti un genio: autorre di File System innovativi come il ReiserFS, che qualche appassionato di Linux avra` magari usato per potersi vantare con i suoi amici Geek.

Il caro Reiser era riuscito a fondare un’azienda, la Namesys, per lo sviluppo e la commercializzazione dei file system da lui inventati.

Non voglio entrare in dettagli troppo tecnici, ma c’e` chi considera RaiserFS (ma soprattutto il suo successore, ancora incompleto, Raiser4) il miglior file system mai progettato.

Da Wikipedia

Compared with ext2 and ext3 in version 2.4 of the Linux kernel, when dealing with files under 4 KiB and with tail packing enabled, ReiserFS is often faster by a factor of 10–15.[citation needed] This is of great benefit in Usenet news spools, HTTP caches, mail delivery systems and other applications where performance with small files is critical.

Sempre da Wikipedia, ecco gli obiettivi che Raiser4 si prefigge:

* More efficient journaling through wandering logs
* More efficient support of small files, in terms of disk space and speed through block suballocation
* Faster handling of directories with large numbers of files
* Flexible plugin infrastructure (through which special metadata types, encryption and compression will be supported)
* Dynamically optimized disk-layout through allocate-on-flush (also called delayed allocation in XFS)
* Transaction support

Ma come tutti i geni, Raiser non e` un tipo facile. Ancora ad oggi il suo Raiser4 non e` stato integrato nel kernel ufficiale di Linux, visto che molti sviluppatori del kernel sostengono che Raiser4 non rispetti gli standard di sviluppo definiti dalla comunity. Ovviamente questo “affronto” non viene considerato giustificabile da Raiser, che inizia ad inputare la decisione a ragioni “politiche”. Dal suo blog personale:

We should develop a culture in which acceptance is more based on whose
code measurably performs well than on who is friends with whom. We
should not think that such a culture will develop without an effort
being made to grow it.

Tipino questo Hans no?!?

Ma le stravaganze di Hans Raiser non si limitano al suo estro creativo.. vanno oltre. Purtroppo.

Voci dicono che Hans Raiser sia un amante del sesso estremo, con perversioni sadomaso. Voci dicono, gia` dal 2004, che e` per questo che la moglie, Nina Sharanova, lo abbia lasciato e abbia chiesto il divorzio.

E proprio il matrimonio con Nina Sharanova (diventata poi per tutti Nina Raiser) porta a galla tutta la particolarita` di questo genio dei file system: Hans incontra Nina nel 1998, durante un suo viaggio in Russia. Lei e` un ostetrica ginecologa. Nel 1999 si sposano, lei si trascerisce negli Stati Uniti e hanno due bimbi.

Poi nel 2004 il divorzio e nel 2006 il mostero: non si hanno piu` notizie di Nina Raiser. Sembra semplicemente scomparsa dalla faccia della terra. Fin dall’inizio i sospetti cadono tutti su Hans, a causa della sua reputazione, del lungo contrasto tra i due dovuto al divorzio e alla contesa dei figli.
Le indagini iniziano fino ad accusare Raiser di uxoricidio. I poliziotti iniziano a pedinarlo, e lui inizia ad adottare tecniche di contropedinamento.
Si compra libri sui crimini famosi per studiare come la polizia conduce le indagini, e nel mentre continua a professare la sua innocenza.

Ma un sacco di cose brutte iniziano ad uscire dalle voci di conoscenti e amici: Hans e` un pervertito sessuale, un sadico, amante del sesso estremo. Nina dal canto suo non era proprio una santa.. anche durante il matrimonio si dice intrattenesse rapporti con altri uomini, compreso Sean Sturgeon, un amico del marito, che confessa la relazione e aggiunge un carico da 10: confessa infatti di essere un serial killer e di aver ucciso otto persone e mezzo. Ma la polizia e` troppo concentrata su Hans per prendere in seria considerazione le confessioni di Sturgeon (che infatti oggi vive tranquillamente in Russia dove si e` rifugiato).

Inizia un percorso processuale che impegna al 100% Raiser, sia mentalmente che economicamente: e` costretto a vendere la sua azienda per poter pagare le spese processuali. Lo sviluppo di Raiser4 viene praticamente fermato (per lo meno la partecipazione allo sviluppo del suo inventore).

Si arriva ad una conclusione durante l’Aprlie 2008, quando nonostante le scarze prove, Hans viene condannato per l’omicidio della moglie.

Tanti sono i dubbi che ancora avvolgono questa storia, primo fra tutti il corpo della moglie che non e` mai stato trovato; tanto che la linea principale della difesa di Raiser e` che Nina sia ancora viva, nascosta da qualche parte in Russia, coperta grazie ai suoi rapporti con i servizi segreti.

Sicuramente Hans Raiser non ha finito di sorprenderci, e` solo triste pensare che le sorprese probabilmente non arriveranno da un nuovo rivoluzionario file system; tranne che se si riuscisse a dimostrare che Nina non e` in realta` morta ma semplicemente dispersa nei blocchi degli hard disk di migliaia di utenti di tutto il mondo.

[Spunto di oggi dal Corriere della Sera]

Una risposta a “Che l’abbia nascosta dentro l’HD di qualche pinguinaro?”

Claudio -Di@naLogic ha scritto un commento il giugno 24, 2008

e ora che HP ha rilasciato il suo AdvFS, si parlerà ancora di Reiser?

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...