Viagra online
www.flickr.com

Era nell’aria: Free.fr acquista Alice.fr

giugno 9, 2008 11:27 am

Notizia ufficiale di questo inizio settimana: la casa madre dell’ISP francese Free.fr (chi mi segue lo conosce parecchio bene 🙂 ) ha finalizzato l’acquisizione della filiale francese di Alice, che ormai da mesi era stata messa in vendita da Telecom Italia. Con questo acquisto Iliad diventa il secondo ISP di Francia per numero di abbonati.

La cifra ufficiale e` 800 milioni di euro e tutto dovrebbe essere finalizzato entro la fine del terzo trimestre del 2008.

Nessun tag al momento

4 risposte a “Era nell’aria: Free.fr acquista Alice.fr”

Alex - Microsmeta ha scritto un commento il giugno 9, 2008

…Brutta aria.. ma che ci fa con Alice? (a parte toglierla dal mercato)
Perchè invece free.fr non esporta il proprio know-how anche nei paesi bisognosi di un nuovo standard qualitativo di riferimento?

ilnissardo ha scritto un commento il giugno 9, 2008

L’acquisto di Alice e` strategico. Con questo acquisto Free.fr si becca di un botto tutti gli abbonati di Alice (che comunque non erano pochissi) e scavalca NeufTelecom sul numero di abbonati.
Ieri Iliad era il terzo ISP di Francia. Oggi e` il secondo (e considerando che il trend di crescita di nuovi abbonati e` in genere piu` alto di quello di Neuf, c’e` da scommettere che la cosa rimarra` cosi per diverso tempo).

Per un’azienda quotata in borsa, e` una cosa non da poco.

Per esportare la cosa all’estero, penso che sarebbe un operazione economicamente troppo grossa. La tecnologia e` facile da esportare, ma devi pensare al supporto, le hot-line, il marketing e tutto quello che ne viene.

Devi pensare che tutto (e quando dico TUTTO intendo TUTTO) in Free.fr e` in francese. Nemmeno uno straccio d’inglese, neanche sul sito internet o sul menu di gestione della Freebox.

Poi c’e` da considerare che Free.fr si muove sempre su due fronti, quello tecnologico e quello legale. Si perche` non e` che tutto sia rosa e fiori con France Telecom 🙂
Se dovessero esportare la cosa in Italia dovrebbero anche mettere una schiera di avvocati per iniziare a far lavorare l’antitrust!

Alex - Microsmeta ha scritto un commento il giugno 9, 2008

Io seguo anche l’ Atelier Numérique in podcast e, come te, spesso parlano di Free.fr come di un assoluto punto di riferimento anche nel panorama francese. Ma la cosa che vi invidio di più è la loro TV via internet. In effetti da noi sarebbe un corrente troppo fastidioso, casomai provassero ad entrare nel nostro mercato, non avrebbero certo vita facile.

PS: KNOW-HOW volevo scrivere, non so come m’è uscito… 😉

ilnissardo ha scritto un commento il giugno 9, 2008

Fatto 🙂 Mi era sfuggito anche a me!

Al prossimo update del sito (spero presto) mettero` qualcosa per permettervi di modificare facilmente i commenti.

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...