Viagra online
www.flickr.com

Il Comune di Arezzo sceglie Open Document

maggio 23, 2007 5:24 pm

La giunta comunale di Arezzo ha scelto l’ODF (Open Document Format) come standard per tutta la documentazione elettronica del comune. Una scelta importante, che segue una tendenza ormai presente in molte regioni d’europa: Ilario Nocentini, assessore all’innovazione tecnologica, ha dichiarato:

“Ritengo che un’amministrazione pubblica debba necessariamente utilizzare un formato aperto per i propri documenti, che sono un bene pubblico. Passare a un formato come Open Document abbandonando formati proprietari quali il “.doc” di Microsoft Word è un passo importante per rendere la pubblica amministrazione veramente proprietaria dei propri documenti, permettendole di gestirli con le soluzioni migliori in un mercato non più di monopolio ma concorrenziale”.

Non potevo non evidenziare la notizia, visto che io sono di origini aretine. La notizia mi ha reso ancora più orgoglioso (se mai ce ne fosse bisogno 🙂 ) delle mie origini.

La scelta del comune di Arezzo dovrebbe essere un esempio di democratizazione informatica che tutte le amministrazioni comunali, regionali, e statali dovrebbero seguire.

Da notare che la stessa Microsoft ha aperto Office a supportare l’ODF, quindi questa migrazione (o adozione visto che non credo ci fosse una legislazione in materia) non vuol dire una migrazione verso strumenti open source, ma garantisce all’amministrazione che tra due/tre anni non si troveranno a dover pagare una marea di soldi per migrare tutta la documentazione da un formato chiuso ad un altro formato chiuso solo perché la piattaforma di editing viene aggiornata o cambiata.

Nessun tag al momento

Una risposta a “Il Comune di Arezzo sceglie Open Document”

PB ha scritto un commento il maggio 23, 2007

Una scelta coraggiosa. Purtroppo, vuoi per pigrizia, vuoi per ignoranza, tantissime amministrazioni non ci pensano. Hai presente che risparmio di denaro pubblico impressionante, se tutti i sistemi informatici statali adottassero Linux e software libero? Non oso immaginare…

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...