Viagra online
www.flickr.com

Neuros apre i suoi Set-Top-Box

luglio 3, 2007 10:57 pm

Neuros ha deciso di provarci. Provare a commercializzare un Set-Top-Box con un firmware open source, il Neuros OSD media center.

Era l’ora.. dopo che in tanti ci stavano propinando apparecchi e apparecchietti per vedere NetTV e filmati digitali sulla TV, tutti strettamente chiusi (e tutti sistematicamente craccati dopo qualche settimana), qualcuno ha avuto il coraggio di intraprendere la strada contraria.. dare la possibilità alla comunità di sviluppare in maniera libera sopra una piattaforma hardware specifica.

La notizia, per dovere di cronaca, è comparsa qui.

Ma vediamo in dettaglio di cosa si tratta: il Neuros OSD è una macchina che può essere un Digital Video Recorder (capace di registrare da qualsiasi tipo di fonte, cavo, satellite TV, DVD, DVR/TiVoTM, VCR, game console, telecamera, etc), e allo stesso tempo fare da streaming server per condividere video, musica e foto tra diverse periferiche, inclusi gli home entertainment centers, i PC e le periferiche portatili come gli iPods, gli smartphones, e la PSP.
In pratica lo collegate alla TV e ad una rete (ed eventualmente ad altre sorgenti digitali o analogiche), e riesce a visualizzare sulla TV praticamente tutto. Insomma un fratello grande della AppleTV per intenderci.

Ma quello che ha portato questo prodotto alla ribalta negli ultimi giorni è la lettera scritta alla comunità:

We have watched with great interest as you have begun to hack the AppleTV, and we applaud your skill and willingness to make your CE devices play new formats, adopt new functionality, and have more capacity. With the quality of the people in your group, there is no doubt you will accomplish a great deal with this device – whether its creator wants you to or not…

Unlike other manufacturers who typically ignore or may even try to suppress or undermine your contributions, we at Neuros rely on them. Your contributions can get quickly incorporated in our official releases, and you will have a say in the creation of future generations of our devices and the ability to work side by side with our internal engineering team.

In pratica: abbiamo visto che siete molto bravi a sfruttare al massimo l’hardware quando non avete documentazione, aumentando di molto le funzionalità e quindi l’interesse del pubblico verso questi prodotti. E lo fate gratis. E lo fate anche se i produttori non vogliono.
Noi siamo diversi, vi chiediamo di farlo e vi diamo gli strumenti per farlo ancora più velocemente, basta che continuiate a farlo, a farlo bene e a farlo gratis.

Dietro le righe si legge: se voi lo sapete fare, noi risparmiamo un sacco di soldi che altrimenti avremmo dovuto spendere per assumere persone competenti. In più, se voi lo fate, la vostra soddisfazione è sapere che la gente usa quello che avete fatto, quindi ne parlerete in giro, e noi risparmieremo ancora più soldi per il marketing. Quindi, per favore, fatelo.

Risultato: grazie ai primi sforzi della comunità, oggi gli utenti sono in grado di cercare e visualizzare i video di YouTube. Costo per Neuros, praticamente 0 (se si esclude un po di testing.. ma veramente giusto un minimo). Ritorno in immagine e in marketing.. io ne sto scrivendo.. il che in se vuol dir poco, ma vuol dire che io ne ho letto da qualche parte.

Bravi a quelli di Neuros, finisce che sostituisco il mio MediaCenter attuale con il vostro aggeggino solo perché mi state simpatici.. gli americani definiscono questo “effetto” branding. In pratica da oggi per me la Neuros è un’azienda degna dei miei soldi, e se mai dovrò scegliere tra un loro prodotto ed un concorrente (o consigliarlo ad amici) non ci penserò due volte.
E io non sono uno facile da brandizzare.. ve lo assicuro!

Nessuna risposta a “Neuros apre i suoi Set-Top-Box”

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...