Viagra online
www.flickr.com

Si fa marcia indietro. Ma chi paga?

ottobre 21, 2007 11:20 am

Come ci si aspettava, ecco la marcia indietro del governo.

Gentiloni dice (o meglio scrive):

Naturalmente, mi prendo la mia parte di responsabilità – continua Gentiloni – (come ha fatto anche il collega Di Pietro nel suo blog) per non aver controllato personalmente e parola per parola il testo che alla fine è stato sottoposto al Consiglio dei Ministri. Pensavo che la nuova legge sull’editoria confermasse semplicemente le norme esistenti, che da sei anni prevedono si una registrazione ma soltanto per un ristretto numero di testate giornalistiche on line, caratterizzate da periodicità, per avere accesso ai contributi della legge sull’editoria. va bene applicare anche ai giornali on line le norme in vigore per i giornali, ma sarebbe un grave errore estenderle a siti e blog

Ok tutti tiriamo un sospiro di sollievo. E diciamoci la verità.. più o meno tutti eravamo convinti che il problema fosse di “ignoranza” e di un testo scritto male che si prestava a mille interpretazioni diverse.

Ora però, detto questo, vorrei chiedere a Gentiloni (a Di Pietro e a tutti gli altri che erano li) il significato di mi prendo la mia parte di responsabilità. Nel post precedente avevo riportato la similitudine (copiata spudoratamente da punto informatico) dei compiti in classe al liceo. In quel contesto assumersi la propria responsabilità voleva dire beccarsi un 4 sul registro. E quel 4 rimaneva, andava recuperato, perché era scritto.
Questi onorevoli ministri, come intendono prendersi la loro responsabilità? Si presenteranno forse a fine legislatura (se mai ci arriveranno) con il loro bel registro dicendo nel caso del DDL sull’editoria ho sbagliato, quindi per quello dovete darmi un 4 e non rivotarmi?
Trovo estremamente grave prendere sotto braccio, con un semplice apporteremo le modifiche necessarie, quello che è successo. Lo trovo grave in quanto è l’ennesimo tentativo di legiferare su argomenti che richiedono una conoscenza specifica, tecnica, di cui nessuno dei governanti italiani sembra preoccuparsi. E ricordiamoci che non basta avere un blog o una sede di partito in Second Life per essere esperti di internet!
Il mio amico Frankie non ha nemmeno un sito suo, eppure io preferirei di gran lunga che le leggi riguardanti internet e le telecomunicazioni in genere venissero elaborate da lui invece che da un consiglio dei ministri dove non c’è nemmeno una figura minimamente tecnica su questo argomento.
Sembra che alla fine ci si debba affidare a persone come Di Pietro (senza per questo voler sembrare critico sulla figura storico/politica) o al Grillo di turno per sperare che in Italia la regolamentazione sui netcittadini non prenda pieghe da medioevo.
Questo a mio parere è gravissimo, ed è uno dei motivi per cui l’Italia è molto indietro rispetto ad altri paesi (generalmente considerati più poveri) dell’Europa, anche dell’est.
Oggi è sotto l’occhio di tutti (e la Birmania è stato l’esempio più eclatante) del ruolo centrale di internet e delle telecomunicazioni nella vita di tutti i giorni, sarebbe il caso che il governo si avvicinasse ai problemi veri dei cittadini e intraprendesse una politica di rigore sulla regolamentazione di questo mercato. Una politica che, con coscienza e competenza, riporti l’Italia tra i paesi più sviluppati.

Ok sono partito un po per la tangente.. ma mi rendo conto che vedendo come il nostro paese continua a rimanere indietro sullo sviluppo tecnologico, rispetto a realtà vicine che conosco molto bene, mi rende estremamente critico.
E’ più facile analizzare e criticare una situazione in maniera oggettiva standone fuori e paragonandola al resto del mondo.

Nessun tag al momento

4 risposte a “Si fa marcia indietro. Ma chi paga?”

Frankie ha scritto un commento il ottobre 21, 2007

Frankie for President!
Per la campagna elettorale niente siti, solo feed e canale irc! 😀
che bello, che bello… pure io potrò avrere la mia stanza ovale con una ragazza sotto il tavolo! 😛

silviakittys ha scritto un commento il ottobre 21, 2007

Perfetta analisi! concordo pienamente 🙂

ilnissardo ha scritto un commento il ottobre 21, 2007

Frankie, io ci ho messo l’idea.. per la ragazza sotto il tavolo ci devi pensare da solo! 🙂

Michele ha scritto un commento il ottobre 21, 2007

?

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...