Viagra online
www.flickr.com

VirtualBox: virtualizzazione sempre più integrata

settembre 5, 2007 3:17 pm

Vi avevo già parlato di VirtualBox della tedesca InnoTek al momento dell’apertura del codice. Ne torno a parlare oggi per alcune importanti funzionalità che sono state aggiunte durante le ultime release (specialmente per la versione linux).

Una delle caratteristiche più importanti di VirtualBox è sicuramente il supporto nativo del protocollo rdp (Remote Desktop Protocol): non scendiamo troppo sul tecnico, vi basti sapere che grazie a questa funzionalità è possibile avere su una macchina linux applicazioni Windows direttamente sul desktop (ve ne avevo già parlato con una soluzione ad hoc per ubuntu). Immaginatevi quindi di avere il vostro OS su ubuntu, e poter aprire per esempio Excel.
Soluzioni simili sono già disponibili per MacOx grazie alla nuova versione di VMWare Fusion o a Parallels.
Se aggiungete a questa funzionalità, il supporto trasparente per periferiche USB (le collegate alla vostra macchina e queste vengono riconosciute anche sulla macchina virtuale, anche se questa gira su un altro server), siamo veramente vicini ad una virtualizzazione totalmente integrata, che renderà possibile (e semplice) usare applicazioni pensate per sistemi operativi diversi su una sola macchina.
Un esempio? Grazie a virtual box potreste decidere di usare un podcatcher che gira solo su Windows anche su Ubuntu (come Ziepod 😀 ) e fargli sincronizare i podcast col vostro lettore mp3 collegato in usb.
Smanettando un po con samba (altro punto su cui lavorare per un integrazione veramente trasparente) non vi accorgerete nemmeno che l’applicazione non gira sulla “vera” macchina.
Attualmente sono disponibili versioni di VirtualBox per Windows e Linux (32bit), ma una versione per MacOx e per OS a 64 bit è iln lavorazione.
Per maggiori informazioni e per scaricare il software, il sito di riferimento è virtualbox.org

Nessuna risposta a “VirtualBox: virtualizzazione sempre più integrata”

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...