Viagra online
www.flickr.com

Putty Connection Manager: ovvero avere tanti tab ssh sotto Windows

febbraio 1, 2008 7:11 pm

Ammetto che non uso piu` Windows da un po, ma ogni tanto mi trovo a dover usare un laptop o una macchina di un cliente e ci divento pazzo… in genere devo amministrare macchine linux remote via ssh. La soluzione per accedere alle macchine l’ho trovata, si chiama Putty e devo dire che e` uno di quei software fatti veramente bene (e tra l’altro esiste anche per linux, anche se io non lo uso). L’unico problema che ho riscontrato e` che dopo una mezz’ora di lavoro mi ritrovo completamente perso tra le finestre.


Oggi mentre installavo il mio nuovo laptop (un’altra storia, per un altro post) mi sono trovato ad avere esattamente questo problema e mi sono deciso a trovare una soluzione.

Ed ecco che mi imbatto in questo bell’articolo su PuTTY Connection Manager che fa esattamente al caso mio.
Una sola finestra con i tab, come la Konsole del mio bel KDE :-), il connection manager messo su un tab verticale per accedere velocemente a tutte le connessioni registrate, la possibilita` di configurare la sessione di PuTTY anche dal punto di vista grafico.

Insomma se avete bisogno di accedere macchine linux da un OS Windows, PuTTY e` la soluzione, PuTTY Connection Manager e` la ciliegina sulla torta!

Per scaricarlo basta cliccare qui. Siccome PuTTY deve essere installato, il link per il download e` questo.

7 risposte a “Putty Connection Manager: ovvero avere tanti tab ssh sotto Windows”

Frankie ha scritto un commento il febbraio 1, 2008
Alex - Microsmeta ha scritto un commento il febbraio 2, 2008

Fantastico Putty, anni fa c’ho fatto un corso di 500 ore su Linux!

Gian Marco ha scritto un commento il febbraio 2, 2008

santo putty, meno male che esiste! 🙂

Alex - Microsmeta ha scritto un commento il febbraio 2, 2008

@Andrea ..A proposito di Linux, la usi KDE 4.0 su Ubuntu? Io ho qualche problema con la risoluzione (mi parte sempre a 1600×1200 anche se imposto 1024×768) sia sotto vmware che sul PC vero e su quest’ultimo
non riesco a installarla su HD perchè non mi riconosce il controller SATAII per poter installare i driver NVIDIA Geforce4 ed abilitare gli effetti grafici avanzati… Con la vessione per SUSE non ho problemi di risoluzione ma non mi vede in automatico la LAN…! Aspetto con trepidazione la prima versione beta di Kubuntu 8.04…ma non desisto 😉

Marco - CasaPizza ha scritto un commento il febbraio 3, 2008

@Andrea e tutti
Caro Andrea…alla fine KDE4 l’ho provato…avevo il pc dell’ufficio da reinstallare completamente dopo un cambio di sk madre e cpu. Visto che ho anche una partizione home separata mi sono detto…dai formattiamo e reinstalliamo tutto (avevo winxp+ubuntu GG con dualboot, come adesso a casa). Ho installato winzoz e poi sono partito con una kubuntu 7.10 liscia ed ho installato KDE4 come prima prova……..Risultato? Dopo mezza giornata di (pochi) “spippolamenti” mi sono detto……..bello il mio gnome! Insomma non c’è proprio niente da fare…..ballo graficamente questo KDE4, molto ben curato sotto tutti i punti di vista….ma io non mi ci abituerò proprio mai a KDE….che ci posso fare? Alla fine prima di uscire dall’ufficio venerdi sera ho eliminato la partizione con Kubuntu ed ho avviato l’installazione di una openSUSE 10.3 con ambiente desktop “gnomesco”……è la mia prima volta con la distribuzione tedesca ed anche con i pacchetti rpm……vedremo. intanto a casa non abbandono la mia ubuntu…ciauz a tutti!

ilnissardo ha scritto un commento il febbraio 5, 2008

@Alex: non e` che mi sono dimenticato di risponderi.. volevo farlo con un intero post, ma mi rendo conto che mi manca il tempo, quindi tanto vale farlo in breve qui. Si ho installato e provato KDE4 su entrambi i PC, sia in ufficio (scheda video ATI) che a casa (scheda video NVidia). Prima impressione? Carino.. ma troppo bacato ancora per l’ufficio. Per casa continuo ad usare KDE 3.5 con Compiz e le utility di KDE4, in ufficio tutto KDE 3.5 con solamente la Konsole di KDE4 che e` veramente una figata. I bachi sono tanti.. alcuni molto gravi per un ambiente di produzione: in Konqueror per esempio il supporto per smb e fish e` disastroso, al punto da corrompere i file durante il trasferimento.
Per quanto riguarda la grafica, molto innovativo l’uso del desktop, forse anche troppo.. nel senso che ci vuole tempo per prenderci la mano, quindi per ora ho posticipato.
Considera pero` che io ho una KDE 3.5 che e` in tutto e per tutto uguale a Leopard, con l`aggiunta degli effetti 3D di Compiz e qualche altro ammennicolo.
Per quanto riguarda i problemi hw che mi dici.. tutto molto strano. Io per adesso ho installato Kubuntu 7.10 su 5 macchine con hw diverso (e con le tre schede video principali: Intel, NVidia e ATI) e non ho mai avuto problemi tranne che con una chiave WiFi USB che non mi ha riconosciuto al primo botto.
Ammetto che usare ATI e` per il momento leggermente piu` complesso che con NVidia o Intel, ma alla fine basta conoscere i programmini giusti.

@Marco: Ah voi gnomisti 😀 😀 Scherzi a parte.. io sinceramente non ho mai avuto problemi a passare da KDE a GNOME. Lo faccio praticamente tutti i giorni 🙂 Sul mio desktop preferisco KDE perche` e` piu` integrato rispetto a GNOME, ma allo stesso tempo c’ho diverse applicazioni GNOME installate.. una volta settato il tema GTK simile a quello QT non mi accorgo nemmeno del passaggio. Comunque e` bene che ci siano entrambi, spero che KDE4 dia una bella spinta anche a GNOME.
Per una distribuzione basata su RedHat, io mi sono trovato molto bene con la CentOS. Suse e` stata la mia prima distribuzione linux seria (dopo diverse notti insonni con Slackware) quando con 60.000 lire ti portavi a casa un pacchetto con 5 o 6 CD pieni zeppi di roba, e un manuale ben scritto per utenti neofili. Se non mi sbaglio era la Suse 6 (o 5.. bella domanda). Alla fine preferisco distribuzioni basate su Debian, anche se per alcune cose RedHat e` meglio (vedi la configurazione delle schede di rete, molto piu` chiara a mio avviso).

@

Alex - Microsmeta ha scritto un commento il febbraio 5, 2008

@ANDREA
@CapaPizza
Mi avete fatto venire voglia di riprovare KDE4 e l’ho installata sotto vmware + vmware tools, partendo da Ubuntu 7.10 invece
che daLL’ ISO pronto . I problemi di risoluzione così non li ho avuti
ma sono comuni, purtroppo:
GDM login screen resolution too big to fit screen try this
…La soluzione è eliminare del tutto la configurazione a 1600×1200 dopo aver digitato da terminale: “sudo gedit /etc/X11/xorg.conf” . Comunque secondo me è ancora molto instabile: a volte mi diventa tutto grigio lo schermo e restano i fantasmi delle finestre, inoltre le widget sono troppo ingombranti. Mica mi intriga più tanto… Non vorrei che si stiano “invistendo” pure loro. Per installarlo sono passato all’attuale KDE 3.5.8 che invece mi è piaciuta molto di più. In ogni caso, come Casapizza, ora me ne torno veloce veloce alla GNOME di default, tanto stabile
quanto elegante e aspetto Ubuntu 8.04 RTM prima di riprovarci!

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...