Viagra online
www.flickr.com

Noyotaimori: ovvero la passione di Carlo per il Sushi :-)

giugno 10, 2008 2:46 pm

Ovviamente il riferimento al mio caro amico Carlo di TA e` puramente gogliardico, so che la sua passione per il sushi e` del tutto gastronomica, ma mi e` venuta spontanea dopo aver letto questo articolo del Corriere della sera.

Cito:
In Giappone lo chiamano nyotaimori, che significa letteralmente “presentazione del corpo femminile”. A New York al Cheetah Gentleman’s Club, a Los Angeles all’Hadaka Sushi e a Chicago al Kizoku Japanese Sushi Restaurant lo chiamano naked sushi. A Minneapolis, dove invece è arrivato di recente al ristorante Temple, lo chiamano body sushi. Ma comunque lo si chiami si tratta pur sempre di mangiare del sashimi, o del sushi, dal corpo nudo di una modella che, comportandosi da vassoio, se ne sta sdariata su un tavolo mentre la gente usando dei bastoncini di legno preleva le delizie culinarie orientali.

Potete farvi un’idea guardando LA GALLERIA FOTOGRAFICA.

Vi assicuro (e assicuro la mia dolce consorte 🙂 ) che negli svariati viaggi negli States in questi ultimi tempi non ho mai visitato un locale cosi. Una volta sono andato in una Steck House Giapponese e un’altra volta a mangiare Sushi in una bettola squallida a due passi da uno degli alberghi dove dormivo.

Non disdegno il Sushi, ma non ne vado pazzo, nonostante adoro i molluschi crudi della Costa Azzurra (quindi non e` un problema di “crudita`”, credo piu` un problema di ignoranza perche` non sono mai andato con un esperto).

Ma sinceramente questi estremismi culinari vanno contro la mia toscanita`.. io sono uno da panino co’la sarciccia (si si in dialetto da me si dice sarciccia) o una bella rosticciana mangiata intorno al fuoco, con le mani. Non che le novita` culinarie non mi attirino, anzi! Sono un assiduo frequentatore di ristoranti etnici, e alla fine la nouvelle cousine francese non mi dispiace nemmeno troppo.

Ma cose tipo queste (sempre citando) mi fanno un po ridere:
Secondo gli intenditori sarebbe proprio il fatto che le pietanze vengono messe a contatto diretto con la pelle che conferisce loro un alone da frutto proibito e una temperatura che ricorda il corpo umano. E il boccone migliore? Da analisi sommarie sembra essere il sushi che si può prelevare dall’ombelico della modella.

Che ci sia sempre questa necessita` di mischiare il sesso (o la fisicita` poco importa) con elementi piu` standard della vita di tutti giorni, mi sembra quasi un tentativo di liberarsi dei sensi di colpa.

E comunque se non mi ricordo male le lezioni al liceo, lo facevano gia` i Romani una cosa del genere 🙂

La cosa che mi ha sorpreso di tutto l’articolo e`:
Il Minnesota inoltre, battendo la California sul tempo, ha anche deciso di farne un’esperienza egualitaria, così le modelle sono state per la prima volta affiancate da modelli.

Conoscendo un minimo (veramente minimo) gli Stati Uniti avrei scommesso due lire sulla California come primo stato ad introdurre il feticismo verso i corpi maschili, essendo uno degli stati che piu` attira e rispetta le esigenze degli omosessuali (specialmente quelli con parecchi soldi…).

Nessun tag al momento

Nessuna risposta a “Noyotaimori: ovvero la passione di Carlo per il Sushi :-)”

This blog is protected by dr Dave\'s Spam Karma 2: 147257 Spams eaten and counting...